Google vuole creare un database dei DNA

Google

Google ha acquisito una piccola quota della società di biotech co-fondata dalla moglie di uno degli ideatori di Google, Sergey Brin. Google avrebbe investito 3,9 milioni di dollari in una società impegnata nel campo delle biotecnologie, la 23andMe, dando all’azienda di Mountain View, California, una quota di minoranza. La 23andMe, il cui nome deriva dalle 23 coppie di cromosomi che definiscono il DNA di ogni individuo, si propone come scopo di dare al grande pubblico “l’accesso, l’esplorazione e una migliore conoscenza” del proprio profilo genetico, anche se la vera natura di questa azienda resta ancora un mistero.

Indiscrezioni dicono che il progetto finale sia la realizzazione di un social network tramite il quale si possano trovare persone geneticamente affini. E’ proprio qui che entrerebbe in gioco il colosso di Mountain View. La logistica di tutta l’operazione rimane confusa ma sembra che il tutto si baserà sulla spedizione di campioni di saliva e che l’enorme database che si verrà a creare verra utilizzato inoltre per la ricerca scientifica.

Non è la prima volta che Google si imbatte in progetti ambiziosi, ricordiamo che finanzia anche un progetto per costruire un chip neurale da impiantare nel cervello, nonchè il famoso “ascensore per lo spazio”.